venerdì 3 febbraio 2012

IL BUIO OLTRE LA SIEPE - Harper Lee

Reazioni: 
Ciao a tutti, stavo quasi per andare a preparare la cena quando mi è venuta l'ispirazione per  scrivere di questo romanzo famosissimo (ma che ancora non avevo letto) finito pochi giorni fa.
Sono sempre alla ricerca di un romanzo che sia "quello giusto", quello che ti si insinua dentro e ti fa venire voglia di ritagliarti tutti i momenti disponibili per leggerlo; quello che vorresti non finisse mai; quello in cui ti sembra di vivere insieme ai suoi personaggi...probabilmente era ora che lo trovassi!
Allora è forse il caso che parta dall'incipit del libro:
Jem, mio fratello, aveva quasi tredici anni all'epoca in cui si ruppe malamente il gomito sinistro. Quando guarì e gli passarono i timori di dover smettere di giocare a football, Jem non ci pensò quasi più
A Maycomb, piccola cittadina dell'Alabama, vive Atticus Finch e la sua famiglia composta dai figli, Scout (Jean Louise) e Jem, nonchè dalla governante di colore Calpurnia.
Leggendo ci ritroviamo insieme ai due ragazzini durante giorni delle vacanze estive in compagnia del nuovo amico Dill, assistiamo alle loro scorribande accompagnandoli per mano quando, impauriti, passano vicino casa dei Radley ove, pare, viva nascosto da venticinque anni  colui il quale hanno soprannominato "Boo" Radley. Li seguiamo durante i loro giorni di scuola e durante le loro prime esperienze con la neve.
In questo clima di spensieratezza, cordiali rapporti di vicinato e fiere di paese, assistiamo a fatti certamente meno felici, infatti un giorno Atticus, che di professione fa l'avvocato, viene incaricato della difesa d'ufficio di un nero accusato di violenza carnale. Finch  riuscirà a dimostrare l'innocenza di Tom Robinson, ma l'uomo sarà ugualmente condannato. 
La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore del vicinato con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei.
E' un romanzo che ti prende dalla prima pagina, ti conduce nel mondo di Scout e Jem e non ti lascia neppure dopo aver chiuso l'ultima pagina.
Un romanzo che ti fa conoscere la realtà di un piccolo paesino nel profondo Sud degli Stati Uniti verso la fine degli anni trenta. Una storia che ti rende partecipe, che ti entra nel cuore per non lasciarti mai più.
Tanti altri sono i personaggi che si incontrano strada facendo e ognuno di loro ha un perchè nella storia e, nel bene o nel male, ti lasciano tutti qualcosa.
Esiste una trasposizione cinematografica che vede Atticus interpretato da Gregory Peck. La riceverò a giorni da Amazon, non vedo l'ora di accomodarmi in poltrona per guardarlo.
Consiglio vivamente questo romanzo a chiunque sappia leggere! 
Alcuni passi tratti dal romanzo:

* Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro?

*Jem attraversò, per così dire, un breve periodo egizio che mi lasciava perplessa: camminava come fosse sempre di profilo, con un braccio teso davanti e un altro dietro, un piede esattamente dietro l'altro. Secondo lui gli egiziani camminavano a quel modo; io ribattevo che, in tal caso,  non riuscivo a capire come fossero riusciti a combinare mai qualcosa, ma Jem replicava che avevano combinato molto più degli americani...





5 commenti:

HermioneGinny ha detto...

La prima citazione che hai scritto descrive benissimo il mio modo di leggere... semplicemente, non ne posso fare a meno.

Un'altra citazione che mi piace molto è questa:
* Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa succeda.

Un libro imperdibile!!!

Grazia ha detto...

Già ricordo che la prima delle frasi era una tua citazione fissa sotto le tue mail cara HermioneGinny :-))
Bellissima anche l'altra che adesso ci hai sottoposto. E' un romanzo che sarebbe tutto da sottolineare non credi?

luisa cora ha detto...

Ottima rece! non l'ho ancora letto e lo leggerò quanto prima! Grz!

Grazia ha detto...

Ciao Luisa, sono certa che non te ne pentirai :-)

Lisa ha detto...

Anch'io, nonostante sia famosissimo, non l'ho letto. L'ho comprato qualche mese fa e ora, dopo questa entusiasmante recensione, credo proprio che lo leggerò prestissimo!

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting