lunedì 2 aprile 2018

NEL SONNO DELLA RAGIONE - Claudio Cicciarelli (Shockdom)

Reazioni: 
0 commenti
Grande e recente scoperta Claudio Cicciarelli, autore che abbiamo avuto il piacere di ospitare presso La Fumettolibreria con questo suo lavoro edito da Shockdom. 
Una Shockdom che, per un momento, abbandona il fumetto per spostarsi sul genere del romanzo illustrato. 
Da bravo psicologo clinico qual è, Claudio ci accompagna insieme al suo protagonista (un protagonista senza nome, una sorta di Dante Alighieri della psiche) in un viaggio in "scivolata" attraverso gli abissi della mente, all'interno della quale vivono, nel sonno della ragione, diciannove mostri dei quali faremo la conoscenza sia attraverso il racconto, sia attraverso le bellissime illustrazioni di diciannove fantastici illustratori che hanno saputo rendere vivida l'idea di ogni essere che incontreremo durante il nostro cammino.
I mostri di cui parliamo rappresentano diciannove disturbi mentali, raccontati attraverso un ordine non casuale all'interno di una mappa in cui troviamo, nella prima parte le nevrosi, per giungere poi fino alla seconda parte, separata dal disturbo borderline, dove sono collocate le psicosi.
Il viaggio del protagonista non è un viaggio fine a se stesso, bensì un percorso che ci fa riflettere su quali siano le ossessioni o le paure che abitano la nostra mente, quasi dando loro un corpo e dando a noi la possibilità di comprenderle meglio e, in qualche modo, capire che possiamo far sì che si assopiscano. Il tutto, però, non attraverso uno scritto dal sapore prettamente clinico, bensì attraverso una storia che ci conduce in un mondo onirico quasi paragonabile a quello di Alice e del bianconiglio.
La perculiarità del volume è la realizzazione su carta patinata con una particolare tecnica che ci dà la visione di un foglio stropicciato, con parti sottolineate o cancellate. Quasi si trattasse di un manoscritto trovato per caso e riportato in vita.
Consigliatissimo!
Di seguito due delle illustrazioni contenute nel volume, la prima è rappresenta la parafilia, la seconda l'ansia.
Copertina di Giulio Rincione
Edizioni Shockdom
Euro 20,00
PARAFILIA

ANSIA

martedì 20 marzo 2018

LE VENTI GIORNATE DI TORINO - Giorgio De Maria

Reazioni: 
0 commenti
Scritto negli anni Settanta, rappresenta una grande innovazione e, probabilmente, una grande anticipazione dei tempi futuri in cui i social la fanno da padroni.
Le venti giornate di Torino non è un libro per tutti, bisogna dirlo. Realtà distopica , quasi onirica, in cui il protagonista decide di indagare (dopo anni dalle famose venti giornate) su ciò che "infettò" Torino in quel lasso di tempo. La gente soffriva d'insonnia in quei giorni e vagava per le strade in pigiama. L'aria era permeata da un forte odore d'aceto e neri giganti intonacati venivano fuori dal nulla per mietere le loro vittime con grande violenza, usando gli esseri umani come mazze da golf o  da baseball che venivano spappolate sui muri o sui momumenti.
Voci carpite attraverso un registratore , strani personaggi che scrivono lettere anonime a sconosciuti e una bizzarra biblioteca creata per far sì che ciascuno possa depositarvi i propri intimi segreti, i propri scritti tenuti nel cassetto, in modo che chiunque potesse fruirne leggendoli.
In un primo momento ho faticato ad entrare nel racconto, forse troppo astratto, quasi allucinogeno, ma, via via che si capiscono le allegorie( alla fine vi è anche un buon glossario che le spiega), tutti i pezzi vanno al loro posto e si riesce ad apprezzarlo appieno. Credo di poter affermare con certezza che si tratta di un romanzo geniale, ben scritto e, soprattutto, molto avanti per il tempo in cui fu partorito.

domenica 29 ottobre 2017

MANUELITA CICUTA MULATA - Antonio Ciravolo - Splen edizioni

Reazioni: 
0 commenti
Manuelita Orioles e Alvaro Castillo sono due coniugi che hanno appena trascorso insieme una stranissima notte di sesso in cui i loro spiriti hanno subìto una traslazione per via della quale lo spirito di lei è entrato nel corpo del marito e viceversa. Un'esperienza assolutamente straordinaria quanto strana attraverso la quale ciascuno di loro è riuscito a vedere se stesso fare l'amore con l'altro. Entrambi hanno tenuto per sè quella esperienza bizzarra e, già dal mattino seguente, tutto sembra essere tornato alla normalità.
E' domenica, Manuelita si reca in chiesa per la funzione, mentre il "professore" rimane in casa in quanto ateo e, allo stesso tempo, padreterno convinto.
Alvaro è un uomo davvero fuori dal comune, amante delle donne e delle loro debolezze , della loro prevedibile manovrabilità. Lui ama spingere al limite le donne, portarle nel luogo in cui si scoprono libere di provare piacere e ciascuna in modo differente.
Ritiene , Alvaro, che il corpo, e non lo spirito, esprime la verità che ci portiamo dentro. Potremo burlarci del nostro corpo e degli altri facendo loro  credere di pensarla fermamente in un certo modo, ma, puntualmente, sarà proprio il nostro stesso corpo a smentirci e sbugiardarci.
Alvaro si ritiene un uomo libero, libero di poter fare ciò che vuole, ciò che gli piace, perchè lui è convinto di essere molte spanne sopra gli altri. I suoi deliri di onnipotenza lo hanno portato a compiere azioni davvero spropositate e crudeli ma, nonostante questo, la gente continua ad ammirarlo e rispettarlo perchè  essa stessa, nonostante lo disprezzi per il trattamento che riserva alla sua bella Manuelita, è costretta a riconoscere la sua superiorità.
Il tutto si svolge in una silenziosa danza mascherata da normalità. Normalità che, via via che il lettore si addentra tra le pagine della storia, lascia spazio a situazioni e rivelazioni sempre meno nella norma.
Man mano che la storia procede molti segreti vengono svelati e tanti tasselli cominciano ad andare a posto, sebbene, nonostante tutto, vi ritroverete a perdonare Alvaro perchè lui sa dire grandi verità con estrema razionalità e logica che, malgrado ciò,  hanno un suono quasi poetico.
Non c'è una morale nel romanzo, nessun insegnamento, nessuna conclusione da trarre, solo tante riflessioni sugli uomini e su quanto il giusto non riesca sempre a prevalere sul lato oscuro, sempre negativo, ma spesso intrigante

Antonio Ciravolo è anche autore di L'ultima notte di X, romanzo intenso e spiazzante di cui vi consiglio assolutamente la lettura



mercoledì 14 giugno 2017

CTRL-Z (Greyscale) - Alessandra Patanè

Reazioni: 
1 commenti
Ed ecco a voi il primissimo articolo della sezione FUMETTI! E con chi inauguriamo questo spazio? Ma con la nostra carissima amica Alessandra Patanè autrice frizzante, simpatica e che stimo molto per il suo lavoro che svolge da grande professionista.
Abbiamo seguito Alessandra durante la vita del suo bellissimo Greedy Flower, opera in sette volumi edita da Shockdom, che ha avuto grandissimo successo di pubblico e che reputo un lavoro davvero originale che si presta a tantissime chiavi di lettura.
Ma torniamo al fumetto oggetto di questo post e diciamo subito che quest'anno vediamo la nostra Alessandra entrare a far parte della grande scuderia Panini Comics e vi approda con un lavoro coloratissimo e coinvolgente. Stiamo parlando di CTRL-Z.
Cosa possiamo raccontarvi senza spoilerare troppo? Innanzitutto presentiamo il protagonista principale ossia Hugo, ragazzino alquanto sfigato cui, naturalmente, va tutto per il verso sbagliato. Ma la cosa che negli ultimi tempi lo ossessiona è l'immagine di una pubblicità che lo spinge , seppure controvoglia, a scaricare una APP dal nome sospetto : CHAN"G/C"E ( nel fumetto è scritto diversamente in quanto trattasi di un logo, ma volevo riuscire a rendere il concetto di change e chance). Senza raccontare troppo dico solo che la App gli consentirà di tornare indietro di un'azione in modo da poterla correggere, insomma, da aggiustare il tiro, proprio come avviene sul pc usando il comando CTRL-Z.
Al fianco di Hugo troviamo tanti bizzarri e simpatici personaggi tra cui Eliantho, la sua bellissima   migliore amica , innamorata di Hugo, ma che lui vede solo come una sorella rompiscatole. Poi sono diversi gli amici che lo circondano e che sono spesso causa di mille problemi.
La storia scorre veloce e mette allegria, una lettura molto adatta ai giovani amanti del fumetto, ma anche ai meno giovani e a coloro che prediligono le avventure all'apparenza scanzonate, ma che, come in tutti i fumetti di Alessandra, lasciano sempre uno spazio per riflessioni più profonde. Una sorta di "Sliding doors" del fumetto insomma questo volume dalle tinte fluorescenti, ma con un certo spazio di manovra lasciato nelle mani del protagonista invece che del destino.
Tra audizioni, lezioni universitarie, problemi di cuore e qualche scazzottata, le giornate di Hugo si susseguono e ci lasciano fino alla fine col sorriso e con la speranza che, alla fine, lui sappia davvero quale sia la strada più giusta da intraprendere.
Sono davvero carini e originali tutti i riferimenti ai comandi del PC e al mondo dell'informatica e c'è anche una chicca interessante poichè la APP è davvero scaricabile sul vostro pc, anche se, immagino, non vi consenta sul serio di annullare l'ultima vostra azione, ma chi lo sa in fondo?...tentar non nuoce si dice.
Il finale lascia presupporre che la storia continui, anzi, starà proprio a voi cliccare su Yes or No alla voce "Continue?". Io direi di sì poichè, per quel che ho potuto vedere durante la manifestazione di Etna Comics, tenutasi appena poco più di una decina di giorni fa a Catania, Alessandra ha firmato e fatto tanti bei disegni su tante e tante copie allo stand Panini.
Allora ancora tante congratulazioni ed un in bocca al lupo ad Alessandra Patanè e un bacino sul naso al suo inseparabile gatto Bastet.

Di seguito qualche foto di Alessandra durante l'incontro con i suoi fans nel corso di Etna Comics 2017 e con lo sfondo del grande manifesto dedicato dalla Panini a CTRL-Z



Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting