domenica 12 settembre 2010

Angelica alla corte dei miracoli - A.S. Golon

Reazioni: 
1 commenti
More about Angelica alla corte dei miracoliIncipit: Parigi, questa notte, bisbiglia sotto il disgelo. La neve si scioglie lungo i tetti e le gronde. La luna, gialla e bagnata, si infastidisce per le nuvole che passano.
Angelica ha perduto il marito Geoffrè ed ha abbandonato i suoi figlioletti lasciandoli alla sorella Ortensia. Adesso vaga sperduta tra le vie di Parigi ove, camminando senza meta, giunge alla pitoccheria, il quartiere in cui risiedono i più disgraziati cittadini di Parigi, la feccia della società: ladri, assassini e delinquenti che fanno capo a due fazioni, una guidata da Rodogone l’egiziano e l’altra dall’orribile Calembredaine.
Proprio questi due uomini si contenderanno ferocemente Angelica appena giunta alla pitoccheria e sarà il secondo ad aggiudicarsela.
Ecco quindi che Angelica è divenuta oggetto di possesso da parte di quest’orripilante individuo il quale, spogliatisi del suo travestimento, risulterà essere il suo vecchio amico d’infanzia, Nicola.
Angelica verrà perciò chiamata “La marchesa degli angeli” sebbene questo titolo significherà una sorta di schiavitù nei confronti di Nicola, il quale mai e poi mai avrebbe sognato di poter essere egli stesso padrone di quella splendida donna che da sempre aveva desiderato.
Ad un certo punto Angelica, venendo a conoscenza dei loschi traffici che Gian Putrido intratteneva vendendo dei bambini innocenti, decide di andare a trovare i suoi, ma scopre che i piccoli si trovano presso una sorta di balia che li lascia vivere come animali da cortile. Così decide di riprenderli con sè ripromettendosi di non lasciarli mai più
Intanto, adeguatasi all’ambiente, Angelica partecipa alle scorrerie della banda di Calembredaine, fino al punto di finire tra le grinfie dei soldati ed essere rinchiusa ella stessa in carcere, carcere dal quale riesce a salvarsi per puro miracolo dato che il comandante, che aveva apprezzato la sua bellezza, ne aveva richiesto i servigi in cambio di una libertà ottenuta poi solo per semplice caso e coincidenza di eventi.
Dopo varie traversìe Angelica va a vivere a casa di Barbara, la giovane balia che lavorava in passato per la sorella, e decide che da quel momento in poi lei risalirà la china e tornerà ad essere una gran dama.
Spesso molti credono che la saga di Angelica sia una serie di romanzi a sfondo rosa, ma nulla di meno esatto. Angelica è il racconto di uno scorcio di storia, vissuta attraverso i panni di questa donna ribelle, a volte superficiale ed egoista, ma forse solo per via del fatto che lotta per la sopravvivenza sua e dei propri figli. Adesso Angelica non è più una barca alla deriva e sono certa che la vedremo approdare in porti di gran lunga migliori…chissà che fine ha fatto Calembredaine…
Pronti per il prossimo episodio?

Condividi

sabato 4 settembre 2010

La casa di campagna - Joseph Pittman

Reazioni: 
3 commenti
Incipit: Da troppo tempo speravo in un cambiamento che scuotesse la mia esistenza stagnante, illudendomi, stupidamente, che potesse avvenire senza privarmi di nulla.
Prima ancora di parlare della trama premetto che ho trovato bellissimo questo romanzo di Pittman, autore che sconoscevo del tutto.
La storia, o meglio le storie, presenti e passate hanno in comune la ferrovia dell’Empire One e l’Hotel Bolton di Turner Junction.
In quei luoghi troppi amori sono nati e finiti tragicamente. Storie passate, segreti e misteri si intrecciano fin nel presente dando vita ad una fiaba, ad una meravigliosa leggenda.
Carson Alden, impiegato di una grande azienda di New York, alla morte della nonna riceve una lettera inattesa che lo mette a conoscenza del fatto che i suoi genitori (deceduti quando lui aveva appena sette anni) gli avevano lasciato in eredità la casa di Turner Junction e un conto in banca da capogiro.
La sua vita cambia improvvisamente soprattutto quando si reca in quel luogo e scopre un mondo fatto di leggende quale quella di colei che tutti chiamano La Duchessa.
Man mano, col passare dei giorni, Carson si sentirà sempre più parte di quel villaggio, di quel luogo incantato che racchiude il suo passato e tanti segreti che via via, con l’aiuto di Lauren, l’agente immobiliare che gli consegna le chiavi di casa, verranno in qualche modo svelati.
Leggendo questo libro ci si ritrova in un’atmosfera calda, confortante.
Una scrittura scorrevole e che cattura l’attenzione evocando immagini passate quasi fossero dei fantasmi visibili nel presente.
Consigliato

Condividi

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting