giovedì 22 luglio 2010

Jane e il mistero del Reverendo -Stephanie Barron

Reazioni: 
0 commenti
More about Jane e il mistero del ReverendoIncipit: E’ una verità universalmente riconosciuta che un’aspettativa piacevole è di solito preferita alla sua eventuale realizzazione, poiché a tale realizzazione segue inevitabilmente il ripristino delle abitudini quotidiane, rese ancora più gravose dai diversivi medesimi di cui si è beneficiato di recente.

La famiglia Austen si sta recando in vacanza a Lyme Regis, ma durante il viaggio la carrozza si ribalta e la povera Cassandra rimane ferita. Jane, quindi, in compagnia del cocchiere, si reca presso l’abitazione più vicina per chiedere aiuto. Qui fa la conoscenza del proprietario, Mr Sidmouth, un tipo rude, inquietante, ma affascinante.
Nei giorni a venire una serie di eventi funesti scuotono la tranquillità della piccola cittadina di mare, infatti un uomo viene trovato impiccato sulla riva e, accanto a lui viene rinvenuti un giglio bianco.
I sospetti ricadono sul “Reverendo” un’enigmatico personaggio la cui identità è sconosciuta a tutti e che si occupa dei traffici di contrabbando gestendo l’attività dei cosiddetti Gentiluomini della notte.
Ma chi si cela dietro la figura del Reverendo? Tutti pensano a Mr Sidhmouth, ma Jane non vuole crederci per cui tenterà il tutto per tutto, mettendo persino a repentaglio la propria vita per scoprire la verità, in considerazione del fatto che un altro omicidio, con le stesse caratteristiche del primo, ha condotto al terrore gli abitanti di Lyme.
Un secondo episodio forse anche più avvincente del primo. La scrittura della Barron ci fa perdere tra le righe arrivando quasi a pensare di avere davanti un’opera della stessa Austen. I personaggi sono perfettamente delineati, l’arguzia di Jane la rende un personaggio affascinante al quale ci si affeziona. Inoltre, in questa seconda avventura la nostra eroina sentirà battere il propri cuore, sebbene, per rimanere fedeli alla storia di Jane, la vedremo costretta a rinunciarvi.
Un particolare interessante: nel libro “Strane creature” di Tracy Chevalier in cui si narra la storia della giovanissima Mary Anning che a soli undici anni scoprì il primo ittiosauro, si legge, tra le note finali, che proprio in quel periodo la Austen si trovò a passare in quelle zone in vacanza con la famiglia.
Nel libro della Barron, al contrario, vi è una nota nella quale, parlando dei fossili, si attribuisce a Mary Anning la grande scoperta in campo geologico.
E’ stato molto bello trovare questo parallelismo, mi è parso come se i due romanzi si fondessero ed i personaggi si incontrassero per caso per le strade di Lyme senza però riconoscersi.

Alcuni passi dal testo.

Era la caricatura della nostra epoca: un gentiluomo di debole intelletto che imitava l’apparenza della nobiltà per celare la mancanza di sostanza



• Com’è possibile che i nostri cuori palpitino alla vista di tutto ciò che è bello, rapido e audace, volgendo le spalle alla stolida prevedibilità di ciò che è mediocre e consueto? Solo Eva, nell’atto di cogliere la mela, potrebbe fornire la risposta.



• Ho notato che gli uomini sono molto disponibili se credono di rendere un servigio a una gentildonna, mentre si rifiutano se sentono di essere semplici pedine, benché molto spesso sia proprio questo il caso.



Condividi

lunedì 19 luglio 2010

Le indagini di Jane Austen

Reazioni: 
0 commenti
Dall'arguta penna di Stephanie Barron una fortunata serie di romanzi che vedono come protagonista l'amata Jane Austen alle prese con casi che la mettono in luce come provetta detective.
La scrittura è molto scorrevole, è evidente che la Barron ha svolto attente ricerche sulla nostra eroina e, anche se molto è frutto della sua fantasia, riesce quasi a farci credere che alcuni fatti siano accaduti realmente.
Lo stile di scrittura è molto Austeniano e la lettura risulta piacevole.
I quattro titoli fino ad ora pubblicati sono:

  1. Jane e la disgrazia di Lady Scargrave

  2. Jane e il mistero del reverendo

  3. Jane e il segreto del medaglione

  4. Jane e il simbolo del male
Prima di proseguire con la recensione del secondo libro che ho adesso in lettura faccio un piccolo riassunto della prima avventura:

JANE E LA DISGRAZIA DI LADY SCARGRAVE
More about Jane e la disgrazia di Lady ScargraveIn visita presso l'amica, la bellissima e giovane Isobel Payne, Contessa di Scargrave, Jane Austen è testimone di una tragedia: il Conte Frederick, marito di Isobel, colto da improvviso e inspiegabile malore, muore in poche ore. La scomparsa prematura del marito, dopo tre soli mesi di matrimonio, getta la povera Isobel nella più cupa disperazione. Tuttavia la vedova scopre ben presto che non si tratta che dell'inizio delle sue disgrazie: di lì a breve infatti le perviene una misteriosa missiva  nella quale sono contenute oscure minacce e la duplice accusa di omicidio e di adulterio. Terrorizzata, Isobel invoca l'aiuto di Jane, la sola di cui si può fidare, ma soprattutto l'unica, tra i presenti al castello nella notte della tragedia, che non tragga alcun vantaggio dalla morte di Lord Scargrave. Contando sulle sue ben note doti di comprensione dell'animo umano, Jane si trova così coinvolta in una pericolosa indagine che la porterà a varcare nientemeno che i cancelli della prigione di Newgate e persino la soglia della Camera dei Lords, arrivando a mettere a repentaglio la sua stessa vita.
La trama gialla è davvero ben congegnata, i personaggi sono perfettamente delineati e poi 'idea un giallo in costume ambientato nel 1800 con Jane è fantastica!

mercoledì 14 luglio 2010

Dark moon (la farfalla di pietra) - Maria V. Snyder

Reazioni: 
0 commenti
More about Dark MoonYelena, ancora bambina, viene sottratta alla propria famiglia e condotta al maniero del Generale Brazell allo scopo di essere sottoposta a degli esperimenti. Ma col tempo la ragazza, esasperata dai soprusi di Rayed, figlio del Generale, si ribella e durante una colluttazione lo uccide.
Per questo motivo viene condannata a morte.
La fortuna però le sorride (?) e vuole che il giorno dell'esecuzione le venga offerta dal misterioso e tenebroso Valek la possibilità di salvarsi divenendo l'assaggiatrice del Comandante Ambrose (spesso a rischio di avvelenamento).
Per accertarsi che lei non fugga, Valek le somministra a tradimento un potente veleno: la polvere di farfalla.
Solo prendendo ogni mattina l'antidoto (posseduto da Valek) Yelena eviterà una morte atroce.
Col passare dei giorni Valek e Yelena sono sempre più in sintonia sebbene il loro rapporto di lavoro quotidiano sia spesso scosso da liti e minato da dubbi.
Intanto Yelena fa amicizia con Ari e Janco, due forzuti e simpatici soldati che le insegneranno varie tecniche di difesa e attacco.
Tra maghi, poteri della mente e loschi figuri, Yelena dovrà capire chi e cosa è e dovrà salvare la città di Ixia e il Comandante Ambrose.
Un fantasy che ci sorprende con  ritmi da thriller, personaggi ben delineati e una storia avvincente.
Le ambientazioni sono quelle di un medioevo un pò particolare in cui i personaggi indossano uniformi di concezione forse più moderna.
Si respira l'aria del bosco e del sottobosco e le descrizioni dei luoghi rendono vivide le immagini. Insomma una piacevole sorpresa.
Primo di una trilogia questo romanzo è seguito da "Silver moon" e "Red moon" di prossima pubblicazione. Peccato che escano solo in edicola...


Condividi

domenica 11 luglio 2010

Eclipse - Stephenie Meyer

Reazioni: 
0 commenti
More about EclipseBella ha deciso: vuole diventare un vampiro e condividere il resto della propria esistenza con Edward.
Dal canto suo, Edward, cerca di dissuaderla o, quantomeno, di spingerla ad attendere ancora qualche anno in modo da vivere il maggior numero di esperienze umane possibile per poter poi decidere con maggior consapevolezza.
Chi ha preso proprio male la decisione di Bella è Jacob il quale le dichiara il proprio amore e cerca di convincerla a scegliere lui invece che il "succhiasangue".
Intanto la terribile Victoria è ancora in agguato e sta creando a Seattle un esercito di nuovi vampiri allo scopo di sconfiggere i Cullen. Ma il suo piano criminoso non ha tenuto conto dei lupi e del motto "l'unione fa la forza"...
Nel contempo i Volturi sono giunti a Forks ed hanno constatato che Bella è ancora umana.
La decisione dunque è presa: Bella verrà trasformata, solo che lei adesso sa di amare anche Jake...
La storia e il ritmo narrativo sono coinvolgenti, però Bella è una lagna continua.
Edward è possessivo fino al soffocamento e questo mi ha spinto a tenere più per il "caloroso" Jacob che per il "freddo" vampiro.
Non so, ma l'idea di eternità mi fa paura per questo, forse, vorrei che Bella cambiasse idea...

martedì 6 luglio 2010

La condanna del vampiro - Colleen Gleason

Reazioni: 
2 commenti
More about La condanna del VampiroIncipit: Un mese dopo aver perduto suo marito, Victoria tornò per le strade di Londra. Nell'ora più buia della notte, mentre il resto della città se ne stava rintanato al sicuro e buona parte dell'alta società si era ritirata in campagna per la stagione di caccia, Victoria Gardella Grantworth de Lacy, marchesa di Rockley, camminava a grandi passi per i bassifondi del quartiere noto come Seven Dials.
Secondo episodio della saga dei Gardella.
Victoria, dalla nebbiosa Londra, si imbarca alla volta dell'Italia spostandosi da Venezia (presso la quale vive una terribile esperienza)fino a Roma, sede del Tutela: un'associazione di persone che si mettono volontariamente al servizio dei vampiri di Nedas (figlio di Lilith) il quale ha in mente di portare morte e distruzione grazie all'attivazione dell'obelisco di Akvan che gli consentirebbe il controllo delle volontà dei non morti e, di conseguenza, concentrerebbe su di lui un immenso potere.
Intanto, dopo gli avvenimenti che quasi un anno prima avevano condotto alla morte di Phillip, marito di Victoria, Maximilian Pesaro è sparito e non si hanno più sue notizie.
Quando però Victoria arriva in Italia (spoiler) ritrova Max in ottima forma e felicemente fidanzato con la figlia del capo del Tutela (fine spoilerCome sempre,affiancata dalla zia Eustacia, Kritanu, Verbena e l'enigmatico Sebastian, Victoria arriverà con gloria a portare a termine il suo compito.
Anche se da molte recensioni lette pare che questo secondo appuntamento con Victoria Gardella sia stato più apprezzato del primo, io devo andare controcorrente in quanto mi sono mancate parecchio le schermaglie con Max che erano tanto divertenti e stuzzicanti e davano quel pò di sale alla storia.
Sebastian l'ho trovato troppo esplicito e Victoria un pò troppo ottusa di fronte a delle situazioni lampanti.
Insomma spero in una risalita con il prossimo episodio ;-)


Condividi

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting