domenica 15 luglio 2012

IL MINOTAURO - Benjamin Tammuz

Reazioni: 
More about Il minotauro
Questo di Tammuz è un romanzo che va prima digerito e poi commentato, adesso , a distanza di alcuni giorni dalla fine della lettura, penso di poterne parlare...
La particolarità del romanzo sta nel fatto che la storia viene narrata e rinarrata ogni volta daccapo, ma da un punto di osservazione sempre diverso, ossia da quello dei vari personaggi.
Protagonista maschile è un agente segreto il quale, un bel giorno, salendo su un autobus  nota una giovane donna (diciamo quasi una ragazzina) dalla quale rimane folgorato. La segue e, senza neppure conoscerla , si innamora perdutamente di lei. Da quel momento e per tantissimi anni tra i due inizia una fitta corrispondenza mai coronata da un incontro, solo da una foto che lui decide di spedirle solo  dopo parecchio tempo e nel dubbio di non poterla mai più rivedere.
Quello che nasce tra i due è un amore forse malato, fatto di appostamenti , manipolazioni e, forse, anche un omicidio,  ma si tratta comunque di un amore intenso e fondamentalmente platonico fatto di musica, appuntamenti solo spirituali, paure,  lunghi silenzi pazienza e fiducia.
Sicuramente una tecnica narrativa vincente che ci fa conoscere la storia poco a poco svelandoci, ogni volta che viene narrata, un nuovo dettaglio che sconoscevamo.
Non ho amato la protagonista che ho reputato un po’ smorfiosetta; lui, il nostro agente segreto, ha un animo inquieto e triste, rivolto più alla morte che alla vita. Insomma adesso posso affermare che il romanzo mi ha in qualche modo colpita. Nel senso che ci sono storie che leggi e poi passano, altre te le ritrovi dentro nel tempo.
Come voto darei un 7

0 commenti:

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting