sabato 15 maggio 2010

Io sono leggenda - Richard Matheson

Reazioni: 
Nella letteratura dedicata ai vampiri credo che "Io sono leggenda" possa considerarsi un MUST!
Niente in comune con tutte le storie di vampiri più o meno gentiluomini venuti dal 1800 ai quali ci hanno abituati oggi e al mito dell'immortalità dannata. Qui si tratta di pura fantascienza.
Siamo negli anni '70, Robert Neville è l'unico uomo sopravvissuto ad un morbo che ha infettato la popolazione terrestre trasformando tutti in vampiri, comprese moglie e figlia del protagonista.
Unico superstite deve quindi adattarsi ogni giorno per resistere da solo e  superare, notte dopo notte, l'attacco che i non morti sferrano alla sua abitazione allo scopo di scovarlo e ucciderlo per cibarsi di lui.
Intanto Neville studia il sangue dei vampiri e va in giro di giorno ad uccidere quelli che trova in uno stato di "coma" diurno.
Osservandolo ci rendiamo conto di quanto sia intollerabile la solitudine totale, e quanto angosciante sia doversi continuamente difendersi da questi esseri spaventosi. Una grande prova di resistenza psicologica e di attaccamento alla vita: "Era lì, senza futuro e con un presente praticamente disperato. E ancora lottava. Istinto? o era semplicemente stupido?"
Un concetto che Matheson ha voluto affrontare con questo romanzo è quello del diverso e della normalità.
E' molto bella la frase "Ora sono io l'anormale. La normalità è un concetto di maggioranza, la norma di molti è la non norma di uno solo."
Posseggo l'edizione URANIA di questo libro, copertina tanto spaventosa quanto mitica ormai per gli amanti del genere. Sul retro copertina si dice che è stato tratto da questo libro un vecchio film con Charlton Heston dal titolo "Occhi bianchi sul pianeta terra". Lo cercherò!

0 commenti:

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting