martedì 27 aprile 2010

Mia sorella è una foca monaca - Christian Frascella

Reazioni: 
Incipit:
Ci pestammo a lungo nello spiazzo dietro la scuola. Io avevo visto qualche incontro di pugilato in tv, e lo colpivo – o tentavo di farlo – come avrebbe fatto Oscar Moya , che era un boxeur molto in voga in quel periodo, uno che picchiava forte e continuo, senza dare tregua agli avversari.

Protagonista di questo romanzo è un anonimo adolescente della provincia di Torino negli anni ottanta.
Famiglia strana la sua, la madre è fuggita via con un giovane benzinaio, il padre cerca di tirare avanti pur ubriacandosi spesso e volentieri e usando due pesi e due misure per il figlio e la sorella, quella Francesca meglio identificata dal protagonista come la foca monaca del titolo.
Intrecci di un’esistenza tutta immaginaria dove il nostro antieroe si immedesima via via nei protagonisti di vari film e crede che tutti cadano ai suoi piedi o lo temano.
Inizialmente ho pensato: "questo libro trasuda cinismo, non mi piacerà". Nelle prime pagine il protagonista lo si odia quasi, uno sbruffone, poi, man mano riesce a farci sorridere sempre di più e via via lo si giustifica, lo si apprezza, diventa simpatico, umano, profondo. Finiamo per tifare per lui
Una storia a tratti triste a tratti divertente, a tratti tenera e a tratti dura.
Sicuramente un libro da leggere per avere il piacere di giudicarlo da sé.

Voto 8

0 commenti:

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting