mercoledì 14 aprile 2010

La donna in nero - Susan Hill

Reazioni: 
Tremarella tremarella, mentre leggevo il mio gatto ha fatto cadere un libro ed ho fatto un salto fin sopra il lampadario.. .
Incipit: Erano le ventuno e trenta della Vigilia di Natale. Mentre attraversao la lunga anticamera di Monk's Piece proveniente dalla sala da pranzo,dove avevamo appena gustato il primo dei gioiosi pranzi festivi e diretto al salotto, dove la mia famiglia era ora riunita intorno al caminetto, mi fermai e, come faccio spesso la sera, andai al portone d'ingresso, lo aprii e uscii.
Trama:
Il giovane avvocato londinese Arthur Kipps viene incaricato dal suo capo di recarsi in uno sperduto villaggio per presenziare ai funerali di un'anziana cliente e occuparsi della gestione dell'eredità. La signora Drablow, da poco vedova,  sin da dopo le nozze viveva da reclusa in una lugubre dimora circondata da nebbiose paludi. Per Arthur, in procinto di sposarsi, è l'occasione di dimostrare finalmente le sue capacità. Così, quando al suo arrivo s'imbatte in una strana reticenza riguardo alla casa e alla sua, ormai ex,  eccentrica abitante, non se ne cura più di tanto. Né lo turba la presenza, al funerale, di una donna misteriosa e di antica bellezza di cui nessun altro sembra accorgersi. Ansioso di svolgere il suo incarico con efficienza e rapidità, Kipps decide, contro il parere di tutti, di fermarsi a dormire nella casa disabitata. Saranno notti da incubo, perché il terrore è una nebbia avvolgente come un sudario, il gemito del vento, il gracchiare di orridi uccelli, il pianto di un bambino, uno scalpitio lontano, un fruscio di vesti... Una donna in nero.
Commento: che dire? personalmente l'ho trovato ben costruito. La trama inizia con semplicità e scene normali e serene, via via, però, la figura della donna in nero diviene sempre più inquietante fino a giungere al colpo di scena finale.

0 commenti:

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting