venerdì 13 maggio 2011

TU, MIA DOLCE IRRAGGIUNGIBILE - Sandra Scoppettone

Reazioni: 
Incipit: Bestiale. Estate a New York. Sono a colazione al Waverly Place Luncheonette, aria condizionata a palla, insieme al mio amico tenente Peter Cecchi.
Un'altra indagine per la detective privata Lauren Laurano, sempre "sposata" (come ama definire lei il loro rapporto) con la bella Kip con la quale litiga spesso per via del fatto che quest'ultima guadagna molto più di lei.
In questo episodio uno strano tipo, rispondente al nome di Boston Blackie, la ingaggia poichè ritiene che la madre sia stata uccisa da suo padre quando lui era ancora un bambino.
La mortedi Susie Macmamm passò all'epoca per un incidente d'auto, ma Blackie non è per nulla convinto della veridicità di questa versione dei fatti.
Ecco quindi Lauren buttarsi a capofitto nella risoluzione del caso.
Ma durante le indagini salteranno fuori le storie più stravaganti.
Intanto nel quartiere di Kip e Lauren sono in corso le riprese di un film che racconta la storia proprio di Lauren Laurano. Certo la tipa che interpreta Lauren avrà almeno venti centimetri in più di lei e dieci anni di meno, inoltre è pure etero, al contrario della vera detective, e, soprattutto, è  molto carina e ciò suscita la gelosia di Lauren nei confronti di Kip.
Un giallo divertente, che, ad un certo punto comincia a trattare il tema dell'eutanasia e si chiude con un'immagine tristissima che non anticipo in questo commento.
Forse l'eutanasia buttata così all'improvviso in un romanzo dal tono tanto scanzonato appare un pò fuori luogo, anche perchè è come se ciò che stava accadendo venga scalzato da qualcos'altro e il giallo si chiuda frettolosamente per dare il via ad un'altra storia nella storia. Ma forse è proprio la vita stessa che è così.
Il tema omosessuale è sempre molto presente nei romanzi dedicati a Lauren Laurano, non fa da sottofondo, ma da tema conduttore e la tematica è molto approfondita.
La Scoppettone sa scrivere dei gialli davvero coinvolgenti, che sanno far sorridere e riflettere, ma sempre con dei casi investigativi  di tutto rispetto.
Alcuni passi dal testo:
*Mi sistemo la maglietta blu mare che non è intonata ai miei occhi, visto che sono scuri come i miei capelli, se come me sorvolate su quelli grigi.
*Persino i ragazzini possono ricercare informazioni se sanno destreggiarsi con il computer...almeno secondo Insonnia d'amore. E per una volta si trattava di una ragazzina. Chi dice che la vita non stia migliorando per le donne?
*E' Kip a guidare la nostra Range Rover rossa. Non è che non le piace come guido; è che non le piace come guido. La rende nervosa.
*Ecco cosa vede il cameriere scorbutico guardandoci: un tizio sui quaranta con una donna sui quaranta (o forse sui trenta...no c'è troppa luce qui dentro) che sorbiscono una tazza di disgustoso caffè dopo l'altra.
****

Condividi

0 commenti:

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting