giovedì 6 gennaio 2011

La ragazza del ritratto - Paul Torday

Reazioni: 
Ho acquistato questo libro per i commenti entusiastici che avevo letto in giro…all’inizio della lettura avevo cominciato a dubitare circa la veridicità di tali commenti, ma, via via che leggevo e giungendo alla fine, l’ho apprezzato anche io.
Il protagonista, Michael, è un uomo di mezza età molto posato, prevedibile, non certo un tipo esaltante insomma.
Sua moglie, Elizabeth, lo ha sposato forse più per un desiderio di sicurezza e stabilità che per amore.
La loro vita scorre come una linea retta fra cene con i soci del circolo e partite di golf.
Un giorno, mentre la coppia è ospite presso la dimora di campagna di alcuni amici, Michael scorge un piccolo quadro e lo osserva attentamente. Sul fondo, un po’ sfocata, nota l’immagine di una donna vestita di verde. Quando più tardi torna a riguardare il quadro, la donna è sparita, l’avrà immaginata?
Questa fantomatica ragazza del ritratto tornerà ad incrociare la vita di Michael più e più volte in circostanze diverse. Dirà di chiamarsi Lamia, ma chi o cosa è la Lamia? La Lamia, secondo alcune credenze greche, è un demone mezzo donna e mezzo serpente e viene raffigurato come una figura di donna dallo sguardo vampiresco e con un lungo vestito verde
Inoltre la domanda è: Michael la vede davvero o si tratta di una conseguenza del fatto di aver interrotto l’assunzione del Serendipozan (un farmaco per i soggetti affetti da schizofrenia)?
Intanto Elizabeth, che era all’oscuro di tutto, nota i cambiamenti di Michael il quale diviene sempre più allegro, imprevedibile e brillante e il loro rapporto migliora considerevolmente, ma fino a quando?
La lettura prosegue e cresce sempre di più l’esigenza di sapere e, nell’epilogo, capiremo molte cose, ma continueremo a farci domande anche dopo aver richiuso il libro…
Molto interessante la digressione sulla schizofrenia e sui progressi scientifici ad essa inerenti, sembra quasi che l’autore si chieda se in realtà non siano tutte le persone cosiddette “normali” ad avere qualcosa in meno rispetto ai soggetti schizofrenici, ossia la capacità di vedere e sentire tutto ciò che ci circonda e che è invisibile a molta parte della gente comune.

0 commenti:

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting