domenica 12 giugno 2011

La vita segreta delle api - Sue Monk Kidd

Reazioni: 
Con qualche ritardo, ma eccomi qui!
Incipit: Di notte, nel mio letto, guardavo lo spettacolo delle api che si insinuavano nelle fessure delle pareti e volteggiavano nella camera con quel loro ronzio acuto da elica che vibrava sulla mia pelle.
Lily Owens ha quattordici anni e l'unico ricordo che ha della madre è quello del giorno in cui quest'ultima morì proprio per mano sua. Durante una lite fra i genitori, infatti, una pistola cadde in terra e Lily, che era ancora una bambinetta, la raccolse e, nel farlo, fece inavvertitamente partire un colpo che uccise la donna.
Adesso Lily vive con un padre violento ed una governante di colore. Ed è con quest'ultima che un giorno, fugge dal suo paesino per rifugiarsi (non del tutto casualmente) a casa di coloro che Lily stessa imparerà a chiamare  "le sorelle calendario" (August, May e June), tre donne di colore che abitano una casa rosa shocking.
Sarà proprio August ad insegnare a Lily i segreti dell'apicoltura e che le illustrerà con amore la vita segreta delle api.
Lily, sebbene con qualche difficoltà e qualche bugia iniziale, troverà l'affetto sincero di tante madri e s'innamorerà per la prima volta di un  brillante ragazzo nero di nome Zach.
Bellissima la storia della Madonna nera custodita in casa di August, toccante la storia di May e meravigliosi i racconti sulle usanze delle api.
Un romanzo tenero, leggero e profondo ambientato nella Carolina degli anni '60 nella quale i conflitti razziali hanno un grosso peso.
Lily è un   personaggio complesso: una ragazzina per certi versi spaurita, ma concreta e forte nei momenti in cui occorre e, soprattutto anche molto autoironica.
Per finire, fantastica la lavatrice ROSA Lady Kenmore!
Alcuni passi dal romanzo:
*Il mio compleanno coincideva con quello della nazione, il che rendeva ancora più difficile farlo notare. Da piccola pensavo che la gente sparasse razzi e petardi in mio onore - Urrà, oggi è nata Lily!- ma poi la verità si fece strada in me, come sempre.
*Il segreto di una buona bugia sta nella dovizia di spiegazioni, nell'infilare un buon particolare.
*T.Ray si rifiutava di comprarmi i bigodini col velcro; e così tutto l'anno io dovevo avvolgerli sulle lattine di succo d'uva Welch. Il che mi aveva praticamente trasformato in un'insonne: dovevo sempre scegliere tra una chioma decente e una buona notte di riposo.
*"voglio fare l'avvocato" - "a me sta bene" dissi, un pò irritata. "Solo che non ho mai visto un avvocato negro, tutto qui. Bisogna sapere che certe cose esistono per poterle immaginare". "Stronzate, bisogna immaginare quel che non è mai esistito".
*"Non c'è niente di perfetto" mi disse dalla soglia. "C'è solo la vita"

3 commenti:

mipiaceleggere ha detto...

letto l' anno scorso , carino

mja ha detto...

anche io l'ho letto un paio d'anni fa..molto carino!ho visto anche il film,non è male anche il film.Adoro queste storie di donne ambientate negli anni 50-60.Aspetto di leggere "the help".

Grazia ha detto...

Ciao Mja, anche io aspetto di leggere The Help,adoro il genere! grazie per aver lasciato un commento ;-)

Ultimi commenti

 

TUTTELELETTURE Copyright © 2011 Design by Ipietoon Blogger Template | web hosting